IL PERFEZIONISTA - ARCO - PARETE DI SAN PAOLO

Heinz Grill, Florian Gluckner, Sandra Schieder

250m VII – 1 passo A0 (6c+) – 1 passo  7a (o A0)

 

14 novembre 2013: Io e Francesco Leardi. Il tempo è coperto e cade qualche goccia di pioggia, ma meglio così, almeno per i piedi. La fessura del 4° tiro è bagnata, ma ci riesce in libera con un po’ di attenzione. Bagnato anche il tratto di 6c+ dell’8° tiro e qui niente da fare e un bel A0 risolve la faccenda. Ci riscattiamo con la libera del 10° tiro (7a).


Register to read more...

TOGNAZZA – via del GRAN DIEDRO

Dell’Antonio, Marcon – 230m (8L), 6c, 7a, 7b+

Necessari 15 rinvii, consigliati Friends n.1 e 2 e qualche micro.

Le quattro lunghezze più difficili (6c, 7a, 7b+, 6c) sono pulite e protette a spit integrati da qualche chiodo, le altre sono protette a chiodi normali. Noi siamo usciti per gli ultimi due tiri (6a/ 6a+ protetti a spit) di una nuova via che corre tra il Gran Diedro e la Andrea Mancin.


Register to read more...

MONTE TURGION – via ISABELLA

Flavio Veronese, Corrado Drì, Bruno Crosato, Alberto Boscolo,

Massimo Povegliano, Giuseppe Bandiera, Giorgio Zambon

450m (15L), 6c (6a/6a+ obb.)/S1/l – protetta benissimo a fix inox – la roccia è un ottimo granito


Register to read more...

TOGNAZZA – via FLOWER POWER

Roly Galvagni e Diego Filippi – 230m (7L), 6a, 6b /S1/l

31 luglio: giornata bellissima, la perturbazione violenta di domenica ha lasciato un sole limpido e un’aria frizzante. La via è bella, elegante e di soddisfazione.


Register to read more...

PASSO FALZAREGO - CONCATENAMENTI?

COL DE LIMEDES – VIA RUBEN GONZALES – Roly Galvagni e Massimo Maceri

SASS DA STRIA – VIA ULTIMA TULE  - Roly Galvagni e Diego Filippi


Register to read more...

MUR ORIENTALE DE PISCIADU’ – AI BIMBI DI BESLAN

E.Boldrin, E.Damian

Sviluppo 300 m – difficoltà: prime 5 lunghezze 6a+/6c/6a – S2

                                           seconde 4 lunghezze di stampo alpinistico 3°/4°/5° con rari chiodi

20 luglio 2013: un’altra bellissima giornata su questa parete dalla roccia incredibile. L’attacco è un po’ insidioso, ma poi la tensione si scioglie fin dai primi movimenti. Bellissime le prime cinque lunghezze. Le rimanenti sono facili, ma dal sapore alpinistico.


Register to read more...

This site uses cookies

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Iscriviti alle news

Iscriviti qui per ricevere le notifiche degli ultimi articoli inseriti


Ricevi gli aggiornamenti via RSS

Inserisci il tuo indirizzo e-mail: